Nel decennio appena trascorso abbiamo vissuto enormi cambiamenti, eventi di incredibile importanza ma anche situazioni della nostra vita che non abbiamo ancora completato. Sono nate importanti amicizie che una volta sublimatesi si sono tramutate in qualcosa di più grande. Sono state affrontate malattie che hanno portato alla guarigione del corpo ma soprattutto l’avvicinarsi alla vita. Tutti questi eventi hanno portato ad una vita intensa e complicata; ci hanno fatto riflettere sull’importanza della vita spirituale, sull’importanza del perdono, del rispetto, dell’amore verso i nostri fratelli e sorelle, e soprattutto verso il Padre celeste.


In questo ultimo decennio abbiamo visto i nostri fratelli e sorelle sulla terra lasciare le proprie case, hanno dovuto emigrare forzatamente affrontando viaggi disumani che in molti casi non hanno portato a termine. Fratelli e sorelle che per il potere del vile denaro, per la differenza del colore della pelle e per la diversificazione del credo religioso sono stati obbligati a scappare dalla propria terra natia. Come menzionato nelle sacre scritture, per questi nostri fratelli e sorelle visti e collocati come gli “ultimi” saranno i primi nel regno dei cieli al cospetto di Dio.
Ci sono stati anche altri fratelli e sorelle che hanno affrontato viaggi nel Mondo dello Spirito rientrando nella casa del Padre. Alcune anime hanno avuto l’opportunità di compiere interamente il loro destino sulla vita terrena, imparando tutto ciò che dovevano imparare. Altri stanno ancora imparando nel Mondo dello Spirito ciò che non gli è stato possibile imparare nella vita terrena. Raccogliamo le nostre preghiere per tutti coloro che affrontano un qualsiasi viaggio, sia terreno che spirituale. Ogni anima ha una destinazione da raggiungere ben precisa secondo il destino che Dio gli ha assegnato. L’atto concreto della preghiera è il metodo più elevato per aiutare queste anime. È altrettanto importante pregare per quelle anime che stanno per entrare nel Mondo dello Spirito, affidate le vostre preghiere alla Madre Celeste che accolga i suoi figli nel mondo della Luce. Preghiamo in particolar modo anche per quei fratelli e sorelle che desiderano passare al Mondo dello Spirito quando ancora non è il loro momento. Benediciamo quelle anime che prima di passare nel mondo dello Spirito hanno avuto la possibilità di donare la vita ad un nuovo nascituro.

Cari amici, quando si parla di malattia, la mente associa questa parola a qualche cosa di terribile, a volte non si desidera neppure nominarla. In verità la malattia da l’opportunità per capire cosa il nostro corpo ci vuole dire, ci aiuta a comprendere come viviamo, e come lo stiamo nutrendo; la malattia ci aiuta anche ad apprezzare la vita, lo star bene, l’essere vivo. La malattia andrebbe vista come un dono, come una opportunità per apprezzare la vita che Dio ci ha donato. A volte la malattia è necessaria per poter redimere esperienze dell’anima di vite passate che vengono riproposte di nuovo nella vita attuale. Ringraziate Dio di avervi dato l’esperienza della malattia, dandovi la possibilità di vedere il mondo con gli occhi di un “malato” aprendovi vedute che non avreste mai preso in considerazione. Abbracciate e amate con tutto il cuore la vita in tutto il suo splendore ed apprezzate e rispettate tutti gli eventi che vi porta.

Il 2020 aprirà un decennio estremamente importante ed altrettanto interessante per tutti noi. Ci sarà data la possibilità di compiere ciò che è stato iniziato nel decennio precedente. La comprensione del tempo trascorso, l’accettazione degli errori compiuti e delle esperienze vissute, momenti di riflessione o di smarrimento, sono tutti eventi che ci aiuteranno in questo inizio di nuovo decennio. Gli eventi concepiti come fallimento nel decennio precedente saranno ora visti come opportunità, le amicizie e le unioni sfumate saranno ricongiunte nel nuovo decennio.

Miei cari amici, fratelli e sorelle, imparate ad avere prospettive di visione più ampie di quello che pensate. Abbracciate e rispettate tutti coloro che vi sono vicino, non dimenticatevi mai dei vostri figli nel mondo della Luce, dei vostri cari, dei nostri Angeli Custodi che vi sono sempre vicini anche nei momenti più difficili. Lasciatevi amare dalla Madre Celeste, lasciatevi guidare dalle parole e dagli insegnamenti di suo figlio Gesù Cristo. Non vergognatevi di essere una pecora smarrita che non ha più nessuna direzione, se Lo cercate, Lui sarà sempre pronto a riportarvi nel suo gregge.
Questo è il mio augurio a tutti voi d’inizio di un nuovo decennio.
Che la Luce, l’amore e la benevolenza infinita di Dio nostro Padre e creatore possa benedirvi tutti quanti.


Un abbraccio di luce e di amore a tutti voi.

Alexandru Pecherzu (Alex)

Passato al mondo spirituale nel 1891 all’età di 27 anni, dalla Polonia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *